Lezioni… di tango ( – 69 )

Dal tango sto imparando un sacco di cose.

E la metà di queste non riguardano il tango.

Sto imparando che anche se il ballo è di coppia, l’unico modo di avanzare con grazia è che ognuno non perda mai di vista il proprio equilibrio. Si cammina insieme, ma ognuno rigorosamente sulle sue gambe. Farlo non è sempre facile, ma nei momenti di difficoltà rallentare è un modo semplice ed elegante di ritrovare il proprio asse.
(Pro-memoria per me.)

Sto imparando che se non riesci a ballare con un uomo, probabilmente non devi fare di più, ma di meno.
In ogni caso se non riesci a ballare con un uomo, in linea di massima è lui l’incapace. Prova ne è che con un uomo che sa il fatto suo ballare è naturale e meraviglioso.

Sto imparando che un uomo che critica il vostro modo di muovervi è sicuramente un ballerino incapace, oltre che umanamente un mentecatto. Concedergli un secondo tango non vale mai la pena.

Sto imparando che non importa quanto un passo o una figura siano astrusi, tecnicamente complessi ed evidentemente faticosi, un uomo vorrà sempre pensare che quel passo “venga naturale”. A chi giova togliergli la convinzione che voi siate perfette senza sforzo alcuno?

Sto imparando che non importa quanta concentrazione poniate nel non inciampare, alla fine i momenti migliori sono quelli in cui perdete l’equilibrio e trovate qualcuno con le gambe abbastanza sicure da farne una variazione meravigliosa.

Sto imparando che nulla di tutto quello che ho imparato conta, se non c’è un buon abbraccio.

Advertisements

20 responses to “Lezioni… di tango ( – 69 )

  1. Delicata.
    Oggi delicata come non mai.
    Kem – love calls

  2. Mi piace! 😊
    Trovare assiomi tra passioni e vita, è un ottimo modo per nuove riflessioni… Interessante, anche per averci aperto una vetrina sul mondo del tango, che io non conosco, se non in modo superficiale…. 😊

  3. Tutto splendido, ma la frase che trovo più bella e significativa è proprio il promemoria: “Anche se il ballo è di coppia, l’unico modo di avanzare con grazia è che ognuno non perda mai di vista il proprio equilibrio”. Thanks 🙂

  4. Curioso, anche io vorrei imparare il tango.
    Peccato che nella mia città ci sono pochissimi corsi (un paio penso) ed ad orari improponibili 😦
    Credo che le tue riflessioni siano per la maggior parte corrette e condivisibili.

    —Alex

    • tanto a te di corso ne basta uno… se puoi provare a fare un incastro anche un po’ rocambolesco con gli orari, io posso assicurati che ne vale la pena 😉

      • Ti prendo in parola ma il corso il Giovedì alle 20:30 è veramente folle… 😦
        (il Giovedì sera ho già altri 3 impegni che mi tocca ad alternare… Il 4° forse sarebbe un’ po’ esagerato)

  5. Il tango è anche un ballo di seduzione… significherà pur qualcosa averlo scelto!

  6. Molto bello questo post…e rafforza il desiderio di iscrivermi ad un corso di tango 😉

  7. Lezioni di vita, oltre che di tango…

  8. Semplicemente meraviglioso ciò che hai scritto: un vero e proprio vademecum! Lo terrò a mente nei momenti di nostalgia per passato, quel passato con un uomo che non ha avuto le gambe forti….

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s